Saronno, anarchici in corteo contro comizio Lega: “Salvini, Fontana assassini” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Settembre 2020 9:12 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2020 9:12
salvini a Saronno

Saronno, anarchici in corteo contro comizio Lega: “Salvini, Fontana assassini”

Salvini e Fontana arrivano a Saronno (Varese) per un comizio. Anarchici e contestatori li accolgono con un corteo scortato dalla Polizia. 

A Saronno, un corteo contro la Lega viene scortato dalla Polizia. Accade lunedì 31 agosto in concomitanza con la presenza in città di Salvini e Fontana. Tra gli slogan urlati “Fontana, Salvini, assassini!”

A Saronno, il corteo contro la Lega organizzato dagli anarchici si è poi spostato dalla stazione a Villa Gianetti. I manifestanti fanno parte del Collettivo Adespota e Telos.

Salvini: “Chi ha attaccato la Lombardia si vergogni”

“In quei giorni drammatici, in quelle corsie di ospedale non c’era la politica, c’erano medici, infermieri volontari di tutte le razze colori e fedi religiose e politiche”.

A dirlo è Salvini a Saronno. Che prosegue:

“Con l’incendio scoppiato in casa devastante hanno lavorato giorni e notti per salvare vite”.

“Chi ha usato quei morti, quel lavoro e quel sacrificio, quella fatica e quel sudore per attaccare la Lega e la comunità lombarda si dovrebbe vergognare e verrà punito dalla storia e dovrà chiedere scusa”.

Il leader della Lega parla durante il comizio a Saronno (Varese) con accanto il governatore della Lombardia Attilio Fontana, parlando del periodo più duro dell’emergenza Covid.

“Il tempo sarà galantuomo. Io ringrazio Attilio Fontana, perché c’è li ricordiamo quei giorni drammatici di marzo e aprile ma ancor prima, in cui un amministratore italiano, attaccato, deriso e sbeffeggiato da tutti, per primo disse ‘attenzione rischiamo dei problemi e si fece la foto con la mascherina”.

Salvini difende il governatore leghista sulla gestione del Covid.

Questo, ha aggiunto “sotto lo scherno di quelli del Pd, che facevano gli aperitivi su Navigli e andavano al ristorante cinese, sti rimbambiti, mentre Attilio Fontana lanciava l’allarme” (fonte: Ansa, YouTube).