Scontri a Roma, video degli arrestati. Donna urla: “Non sono stati loro”

Pubblicato il 19 ottobre 2011 13:39 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2011 13:45

ROMA – “Non sono loro che dovete prendere! Quelli stavano buoni…”. Sono le urla di una signora romana che dal suo balcone di via Angelo Poliziano dice a gran voce ai poliziotti di lasciar perdere quei ragazzi. Il video, che sta girando sul Web, si conclude con quattro ragazzi scortati e portati via. È la sera degli scontri a Roma, il 15 ottobre, sono circa le 19.

Il video è stato girato da un appartamento di uno dei palazzi che si affacciano sulla zona vicina agli scontri. Ad un certo punto, dopo la sassaiola, si vedono i poliziotti avanzare in tenuta anti sommossa e poi circondare un piccolo gruppo. I poliziotti chiedono i documenti e due risultano avere precedenti: un fermo ad un’altra manifestazione. Così in quattro vengono portati via. Sono Giovanni Venuto, 30 anni, di Tivoli e la sua ragazza Alessia Catarinozzi, 26 anni, di Alatri. Con loro anche Alessandro Venuto, di 23 anni, di Subiaco (fratello gemello di Giovanni) e la sua ragazza Serena Leonardo, 21 anni di Roma. Nella notte saranno trasferiti in carcere.

Attualmente sono detenuti in attesa che il gip Elvira Tamburelli decida se convalidare il loro arresto o se invece disporre la detenzione in carcere, come ha chiesto la Procura. I quattro devono rispondere di resistenza a pubblico ufficiale pluriaggravata. Gli avvocati difensori stanno già preparando le contromosse, a cominciare da questo filmato.

I quattro ragazzi si sono affidati al gruppo di avvocati che ha già esordito in altre occasioni a “tutela della serena agibilità e libertà di manifestare”. I legali hanno intenzione di esibire al giudice per le indagini preliminari alcuni fotogrammi anche di questo video da cui si evincerebbe che i fermi sono avvenuti a una certa distanza dagli scontri più violenti e che i manifestanti bloccati non indossano caschi o felpe nere, stile black bloc.