YOUTUBE Southwest 1380, la pilota dai “nervi d’acciaio”: la chiamata d’emergenza alla torre di controllo

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 aprile 2018 13:20 | Ultimo aggiornamento: 19 aprile 2018 13:22
Tammie Jo Shults.

outhwest 1380, la pilota dai “nervi d’acciaio”: la chiamata d’emergenza alla torre di controllo

PHILADELPHIA – Il volo Southwest 1380 New York-Dallas che ha dovuto effettuare un atterraggio di emergenza a Philadelphia a causa di un gravissimo incidente in volo ha la sua eroina dai “nervi d’acciaio”: si tratta della pilota Tammie Jo Shults.

Così l’hanno definita i media americani e i passeggeri a bordo del velivolo. Poco prima di toccare terra, la pilota dell’aereo ha informato la torre di controllo sulle condizioni del velivolo e ha chiesto l’arrivo di personale medico sulla pista.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

“Mi hanno detto che c’è un buco nell’aereo e che qualcuno è stato risucchiato“. Sono le 11:17 (ora locale) di martedì 17 aprile. La comandante del volo sta comunicando all’Air Traffic Control (ATC) che il motore sinistro del velivolo è esploso in quota, che ci sono feriti a bordo e che è necessario un atterraggio di emergenza.

Una passeggera – riportata all’interno dell’aereo dalle altre persone, in seguito all’apertura di una falla in un finestrino – è purtroppo morta dopo essere stata ricoverata d’urgenza in ospedale, una volta eseguito l’atterraggio a Philadelphia.

 Atterraggio che la comandante Tammie Jo Shults esegue in costante contatto con la torre di controllo e le autorità, mantenendo la calma durante tutta la procedura, il cui audio – in cui si sente anche la descrizione di ciò che le viene riportato dagli assistenti di volo – è stato messo on line da ‘Mashable’. Di seguito, una breve trascrizione a partire dal minuto 3:36.

VOLO 1380: “Potreste mandare medici sulla pista? Abbiamo passeggeri feriti”.

ATC: “Passeggeri feriti, OK. E voi? L’aereo è in fiamme?”.

VOLO 1380: “No, non è in fiamme ma manca una parte. [Pausa]. Mi hanno detto che c’è un buco e che… qualcuno è volato fuori”.

ATC: “Scusa, hai detto che c’è un buco e qualcuno è finito fuori? [Pausa]. OK… troveremo una soluzione. L’aeroporto è ora alla tua destra: segnalalo alla vista, per favore”.

VOLO 1380: “Qui Southwest 1380, aeroporto in vista”.

Ora i media Usa parlano della Shults come di un’eroina dai nervi d’acciaio. I passeggeri raccontano che la donna, dopo l’esplosione, si è recata dai passeggeri ed ha abbracciato e consolato quelli più spaventati.

Il Boeing 737-700 ha dovuto effettuare un atterraggio d’emergenza nell’aeroporto di Philadelphia per esplosione al motore sinistro. Un pezzo di quest’ultimo ha rotto una finestra e secondo diversi testimoni una passeggera seduta lì accanto è stata parzialmente risucchiata all’esterno al momento dell’atterraggio, avvenuto dopo che l’aereo aveva perso pressione in modo violento. Sono dovuti accorrere almeno altri tre passeggeri per trascinarla dentro.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other