Spot Obama: “Con Romney Bin Laden sarebbe ancora vivo”

Pubblicato il 28 Aprile 2012 22:00 | Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2012 22:01

WASHINGTON –  Con Mitt Romney alla Casa Bianca, Osama Bin Laden sarebbe ancora vivo. E’ la tesi molto efficace contenuta nell’ultimo spot della campagna di Barack Obama, in cui il presidente ed il suo entourage attaccano il candidato repubblicano affermando che se fosse stato lui presidente non avrebbe ordinato la cattura del capo di Al Qaida. Il video dal titolo ”One Chance”, una sola possibilità, visibile sul blog di Ansa-Usa sulle elezioni americane www.potus2012.it, cade giusto a pochi giorni dal primo anniversario della brillante operazione militare nel suolo pakistano da parte dei Navy Seal. Quella sera, era il 1/o maggio, Barack Obama entro’ nelle case degli americani, verso le 8 di sera, per annunciare che finalmente gli Stati Uniti avevano eliminato il mandante degli attentati dell’11 settembre. Un messaggio che provoco’ manifestazioni di giubilo, caroselli di auto fino a tarda notte in numerose citta’ americane. Fuori dalla Casa Bianca a Washington, come a Central Park, in migliaia scesero per strada urlando ‘U-s-a, U-s-a’, felici di averla fatta finita con lo sceicco del terrore.

Un tema che inevitabilmente torna d’attualita’, a pochi mesi dal voto presidenziale. In particolare, nello spot si mostra in bella evidenza la dichiarazione del leader repubblicano secondo cui ”Non valeva la pena smuovere il cielo e la terra, spendendo milioni di dollari solo per dare la caccia a un solo uomo”. E poi segue l’intervista di Bill Clinton, l’ex presidente, che osserva: ”In quei momenti il presidente e’ solo nella decisione. E’ quello il suo lavoro, nessun altro puo’ farlo”. Questa ultima intervista, o meglio parte di essa, e’ stata gia’ utilizzata nel celebre filmato di 17 minuti ”The Road We’ve Traveled’, con cui Barack Obama, qualche mese fa, ha di fatto inaugurato la sua campagna per la sua rielezione.