Video

Stampa 3D per protesi ed esoscheletro: Amanda Boxtel torna a camminare (video)

Stampa 3D per protesi ed esoscheletro: Amanda Boxtel torna a camminare (video)

Stampa 3D per protesi ed esoscheletro: Amanda Boxtel torna a camminare

ROMA – Esoscheletri e protesi personalizzate e realizzate con la tecnica della stampa 3D. Protesi su misura che possono far tornare a camminare persone che hanno perso l’uso delle gambe. Questa è la storia di Amanda Boxtel, paraplegica dal 1992 per un incidente con gli sci, che insieme ad altri 9 “piloti collaudatori” è tornata a camminare con le nuove protesi dell’azienda americana 3D Systems

Prima Amanda è stata “scannerizzata”, cioè sottoposta ad uno speciale scanner tridimensionale che ha tracciato un’immagine estremamente dettagliata del corpo. Poi la Ekso Bionics ha aggiunto all’esoscheletro stampato dalla 3D Systems gli attuatori e i dispositivi per il controllo.

Il risultato è stato uno scheletro esterno in grado di far camminare Amanda per Budapest, dove è stato presentato il dispositivo durante un evento, che si può adattare a qualsiasi grado di funzionalità diminuita delle gambe. La prima collaudatrice della nuova protesti ha commentato:

“Questo progetto rappresenta il trionfo della creatività umana e della tecnologia che si sono unite per restituirmi le mie funzioni in modo sorprendente”.

Le potenzialità delle stampanti 3D, che permettono una significativa diminuzione dei costi di produzione, nel campo delle protesi sono molteplici. Poco tempo fa un’azienda americana ha presentato un braccio artificiale da appena 100 dollari che sta aiutando le popolazioni del Sud Sudan.

To Top