Svezia, pistola finta con proiettili a forma di pene: la polizia lo arresta

Pubblicato il 10 settembre 2013 7:26 | Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2013 7:58
Svezia, pistola finta con proiettili a forma di pene

Svezia, pistola finta con proiettili a forma di pene

MALMO (SVEZIA) – Bengt Andersson è stato arrestato dalla polizia durante una mostra d’arte che si è svolta presso la galleria Rönnquist e Rönnquist di Malmö, in Svezia. L’uomo, 73 anni, stava circolando nella galleria con una pistola finta a forma di proiettili con il solo scopo di mostrare la sua “opera d’arte“, ha raccontata il giornale svedese Sydsvenskan.

Bengt è stato aggredito dal team di sicurezza che si trovava nella galleria per proteggere Lars Vilks, il famoso vignettista che nel 2007 ha raffigurato il profeta Maometto in maniera considerata offensiva dai musulmani.

La scorta di Vilks ha visto la pistola finta con i proiettili a forma di pene ed hanno immobilizzato l’uomo, che si è giustificato spiegando: “Non avevo idea che Vilks era lì. Come facevo a saperlo? Volevo solo mostrare la mia arte”.

Andersson è rimasto ferito ed è stato portato all’ospedale dopo aver subito il pestaggio dove è rimasto per cinque ore. “Gli agenti, quando vedono un arma devono intervenire per proteggere Vilks che rischia la vita” ha spiegato un funzionario di polizia.  Andersson ha presentato una denuncia per violenza eccessiva contro le guardie che lo hanno arrestato.