Tg News, le notizie della settimana: Sanremo 2019, Macron-Di Maio, l’ultimo film di Woody Allen

Giuseppe Avico
Pubblicato il 10 febbraio 2019 16:35 | Ultimo aggiornamento: 10 febbraio 2019 16:54
Tg News, le notizie della settimana: Sanremo 2019, Macron-Di Maio, l'ultimo film di Woody Allen

Tg News, le notizie della settimana: Sanremo 2019, Macron-Di Maio, l’ultimo film di Woody Allen

ROMA – La settimana di Sanremo 2019 è appena trascorsa. Come al solito, oltre alla musica, l’attenzione mediatica si è spostata anche su altro. Per esempio, la vittoria del cantante Mahmood, arrivato primo solo grazie al voto delle Giurie. Poi ancora la polemica che ha investito il cantante Achille Lauro e l’accusa di plagio della sua canzone Rolls Royce. Non sono mancati anche dei fischi al Teatro Ariston, indirizzati principalmente verso il duetto formato da Motta e Nada in seguito alla loro premiazione per la canzone “Dov’è l’Italia”. Parliamo sicuramente di un brano particolare, insolito, per alcuni retorico, ma sicuramente capace di far discutere, ed è questo il bello. Questo è uno dei flash del notiziario video settimanale di Giuseppe Avico. Tre minuti di informazione di ogni genere raccontata e con didascalie.

Nel video poi si parla della reazione del presidente Macron in seguito a quella che lui giudica un’ingerenza da parte di Di Maio sulla questione dei gilet gialli. Il presidente, infatti, si defila con la sua Air France dal progetto di salvataggio di Alitalia. Ricordiamo che la compagnia francese era uno dei partner fondamentali di questa trattativa. Come se non bastasse una parte del movimento dei gilet gialli non ha affatto gradito l’intromissione con intenti di alleanza da parte del M5s nei loro affari interni. Da una parte una crisi diplomatica con la Francia di Macron, dall’altra la porta sbattuta in faccia a Di Maio dai gilet gialli. Prossima tappa Lourdes?

Poi ancora nel video si parla di Woody Allen e del suo ultimo film “A rainy day in New York”. Il regista ha fatto causa ad Amazon Studios per non aver distribuito il film chiedendo 68 milioni di dollari di risarcimento. Ricordiamo che Amazon si era tirata indietro rispetto alla collaborazione con Allen in seguito alle accuse di molestie mosse contro il regista, rescindendo poi il contratto con lui. L’ultimo film di Allen ora resta senza distribuzione, pronto e finito ma dentro il cassetto.

Infine nel video si parla dei gabbiani a Venezia, divenuti molto più aggressivi in seguito alla raccolta dei rifiuti porta a porta. Due turisti sono perfino finiti in ospedale. La sporcizia non si accumula più per strada o nei cassonetti aperti, dove i gabbiani potevano tranquillamente banchettare. Ora questi volatili, neanche fossimo nella mente di Hitchcock, svolazzano sopra la città innervositi e affamati. E pensare che l’idea dei rifiuti porta a porta era nata proprio per eliminare il problema dei gabbiani.