Tg News, le notizie della settimana: niente più note sul registro alle elementari, Erdogan annulla il voto ad Istanbul, Leo Messi e Recanati

Giuseppe Avico
Pubblicato il 8 maggio 2019 8:00 | Ultimo aggiornamento: 7 maggio 2019 23:52

 

Tg News, le notizie della settimana: niente più note sul registro alle elementari, Erdogan annulla il voto a Istanbul, Leo Messi e Recanati

Tg News, le notizie della settimana: niente più note sul registro alle elementari, Erdogan annulla il voto a Istanbul, Leo Messi e Recanati

ROMA – Dopo l’educazione civica il vicepremier Matteo Salvini rilancia l’utilizzo del grembiule alle elementari e alle medie “nel nome della parità dei bambini”. L’idea è quella di rafforzare, almeno da un punto di vista estetico, la totale uguaglianza tra gli alunni. Da una parte, però, c’è chi crede che così possa venir meno la libertà d’espressione del singolo; dall’altra, invece, chi crede che possa semplificare i rapporti tra gli studenti. Poi ancora c’è la notizia di pochi giorni fa riguardante l’abolizione delle note sul registro per gli alunni delle scuole elementari. Si tratta di un emendamento al disegno di legge per l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole che è stato approvato dalla Camera dei deputati. Anche qui pareri discordanti. C’è chi si dice soddisfatto per la decisione, come per esempio i presidi, i quali sostengono un’educazione che deve basarsi sulla comprensione, e chi, invece, si dice scettico riguardo quali possano essere ora gli strumenti contro l’emergenza bullismo. E’ giusto o no punire un bambino con una nota senza che quest’ultimo sappia comprenderla? Questo è uno dei flash del notiziario video settimanale di Giuseppe Avico. Tre minuti di informazione di ogni genere raccontata e con didascalie.

Nel video poi si parla delle elezioni amministrative in Turchia dello scorso 31 marzo che hanno sancito una storica vittoria dell’opposizione ad Istanbul, strappando così, dopo circa un quarto di secolo, la guida della città ai conservatori islamici. Questa storica sconfitta per Erdogan verrà cancellata con la gomma, perché ad Istanbul si ritorna al voto il prossimo 23 giugno. La Commissione elettorale suprema della Turchia, infatti, ha deciso di annullare le precedenti elezioni accogliendo i ricorsi dello stesso Erdogan, il quale aveva denunciato presunti brogli elettorali. Erdogan ha parlato di “un passo importante che rafforzerà la democrazia”. Ci vuole del coraggio per dire certe cose. Il fronte opposto, invece, per intenderci quello dell’opposizione guidato da Ekrem Imamoglu, parla di “una decisione che calpesta la volontà popolare”.

Infine nel video si parla della curiosa vicenda che ha coinvolto il fuoriclasse argentino Leo Messi. Qualche giorno fa Messi si è visto recapitare a Barcellona la cartolina elettorale del comune di Recanati, in provincia di Macerata, città del suo trisavolo che emigrò in Argentina alla fine del 1800. E’ bene ricordare che il fuoriclasse argentino ha la cittadinanza italiana ed è iscritto all’AIRE (Anagrafe italiani residenti all’estero). Il sindaco di Macerata Francesco Fiordomo ha svelato su Facebook questa iniziativa, rivelando poi che l’invito a Messi per la cittadinanza onoraria è partito da tempo. Inutile dire che la vicenda ha scatenato ironia, curiosità e per quelli un pizzico più frustrati anche un po’ d’indignazione.