Torino, pugno in faccia al leader Casapound dal simpatizzante ubriaco VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 aprile 2018 7:51 | Ultimo aggiornamento: 6 aprile 2018 8:41
torino rissa comizio casapound

Torino, pugno in faccia al leader Casapound dal simpatizzante ubriaco

TORINO – Un diverbio tra un simpatizzante di CasaPound e il leader torinese del partito di estrema destra Matteo Rossino è scoppiato la sera di mercoledì 4 aprile a Torino durante un presidio in piazza Galimberti, vicino all’ex Moi, le palazzine olimpiche occupate da famiglie di migranti.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano e Ladyblitz in queste App per Android. Scaricate qui Blitz e qui Ladyblitz.

L’episodio è documentato da un video esclusivo pubblicato dal quotidiano La Repubblica. L’uomo, visibilmente ubriaco, ha cercato di parlare con alcuni giornalisti della sua situazione di disoccupato. Bloccato dai rappresentanti di CasaPound, che gli hanno ordinato di tacere in quanto il tema all’ordine del giorno non era la disoccupazione, ha fatto il gesto di sferrare un pugno proprio a Rossino.

Nel video, si vede il portavoce del comitato Ex Moi Lingotto di Casapound Torino, Euclide Rigato, prendere a spintoni il militante che ha appena sferrato il pugno. “Questa qua la paghi”, dice dopo essere stato bloccato dalla polizia.

Gli agenti della Digos, che sono intervenuti, hanno allontanato il disoccupato. Il diverbio è durato pochi secondi. Rossino, sulla sua pagina Facebook, ribatte: “E’ tutto falso. C’è stato un piccolo momento di tensione quando un partecipante al presidio è stato allontanato perché palesemente ubriaco e fastidioso. Tra l’altro un partecipante non iscritto a CasaPound. Non è volato nemmeno un pugno. Sto benissimo”.