Tromba d’aria a Pavia e tempesta sul Lago Maggiore: vento sradica alberi

di Alessandro Avico
Pubblicato il 13 Agosto 2019 8:53 | Ultimo aggiornamento: 13 Agosto 2019 11:29
Tromba d'aria a Pavia e tempesta sul Lago Maggiore: vento sradica alberi

I danni del maltempo a Verbania (Ansa)

ROMA – Una tromba d’aria si è abbattuta sulla provincia di Pavia e sulla Lomellina. Tanti i danni dovuti a pioggia fortissima, grandine e raffiche di vento fino a cento chilometri all’ora. Un grosso pino è stato sradicato al cimitero di Turago, mentre si sono verificati molti allagamenti in case e scantinati di Gambolò e danni soprattutto fra Certosa e Giussago, dove gli alberi abbattuti sono stati diverse decine.

Le chiamate ai vigili del fuoco sono state centinaia. “Mi sono spaventata di brutto, il mio ombrellone con la base di cemento è volato via come un fiammifero ed ora è praticamente distrutto”, scrive Giovanna, residente a Giussago, su Facebook. 

Tromba d’aria anche a Brescia.

La tromba d’aria che ha colpito ieri Brescia e la provincia non ha risparmiato il PalaLeonessa dove gioca la Germani basket in serie A. Aperto meno di un anno fa, il palazzetto dello sport si è trovato con la copertura del tetto danneggiata. Le raffiche di vento a oltre cento chilometri all’ora hanno sollevato le lastre che coprono la struttura. Il comune, proprietario dell’impianto sportivo, ha pianificato un intervento di manutenzione straordinaria.

Tempesta sul Lago Maggiore.

Sedie e tavolini sollevante dalle violente raffiche: le immagini condivise sui social del nubifragio stile tropicale abbattutosi lunedì pomeriggio sul nord Italia, in particolare sul Lago Maggiore. È ancora allerta gialla sul Piemonte per l’ondata di maltempo che sta interessando da domenica tutta la regione. Le maggiori precipitazioni sul Verbano, dove sono caduti in poche ore 80 millimetri di pioggia.

Turisti evacuati da un campeggio e da un albergo a Formazza, in alta Val d’Ossola. Dopo la pioggia intensa di lunedì mattina che ha causato uno smottamento nella frazione di Canza, il sindaco di Formazza, Bruna Papa, ha deciso, in via precauzionale, di allontanare i turisti dal campeggio e dall’albergo che si trovano nella zona del rio Vannino, che ha visto crescere il livello dell’acqua. “Le due strutture – dice Papa – sono sicure, ma il meteo annuncia ancora forti temporali nel pomeriggio e per precauzione abbiamo deciso di fare evacuare i turisti”. (Fonti YouTube e Fanpage).

Video di Oleksandr Grabar: