Tv egiziana: nei Simpson si nasconde un complotto ebraico contro gli arabi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Maggio 2014 7:45 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2014 9:24
Tv egiziana: nei Simpson si nasconde un complotto degli ebrei contro gli arabi

La giornalista di Al-Tahrir

IL CAIRO – Nei Simpson si nasconde un complotto degli ebrei contro gli arabi: questa è l’opinione della televisione egiziana Al-Tahrir, secondo la quale dietro la popolare sitcom animata, creata dal fumettista statunitense Matt Groening, ci sarebbe una cospirazione della lobby ebraica per influenzare la politica mondiale, inclusa quella dei Paesi arabi.

Nel video della puntata, pubblicato su Youtube dal Middle East Media Research Institute, l’ospite  intervistato dalla giornalista di Al-Tahrir si lancia in un monologo in cui accusa gli scrittori del cartoon di essere dei “think tank” pilotati dagli Stati Uniti. Questi agirebbero su ordine della News Corporation del gruppo Murdoch, uno dei primi quattro conglomerati mediatici statunitensi.

La giornalista definisce Rupert Murdoch “l’uomo più influente e pericoloso del mondo”, affermando che la News Corp. è la società madre della rete Fox, che ha mandato in onda i Simpson per più di due decenni. I due accusano inoltre Murdoch di essere un sostenitore dei Fratelli Musulmani, affermando che i Simpson sono niente più che un mezzo che viene utilizzato per comunicare messaggi politici al pubblico americano.