Udinese-Juventus, insulti ad arbitro Chiffi: “Vai a cacare, sei un raccomandato”. Poi Paratici e gli altri dirigenti bianconeri hanno accerchiato l’arbitro VIDEO

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 4 Maggio 2021 16:58 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2021 7:14
Udinese-Juventus, insulti ad arbitro Chiffi: "Vai a cacare, sei un raccomandato". Poi Paratici e gli altri dirigenti bianconeri hanno accerchiato l'arbitro VIDEO video

Udinese-Juventus, insulti ad arbitro Chiffi: “Vai a cacare, sei un raccomandato”. Poi Paratici e gli altri dirigenti bianconeri hanno accerchiato l’arbitro VIDEO (foto da video)

Udinese-Juventus, insulti ad arbitro Chiffi: “Vai a cacare, sei un raccomandato”. Poi Paratici e gli altri dirigenti bianconeri lo hanno accerchiato VIDEO. E’ virale sui social network il video pubblicato da Gerardo Marino e ripreso da molte altre pagine social e di YouTube.

Il filmato si riferisce all’infuocato fine primo tempo di Udinese-Juventus. Gli ormai ex campioni d’Italia in carica erano in svantaggio dopo i primi 45 minuti di gioco. Subito dopo il duplice fischio dell’arbitro, lo hanno letteralmente preso d’assalto. Anche Paratici è sceso in campo, dalla tribuna, per inveire contro il direttore di gara. 

Udinese-Juventus, insulti contro l’arbitro Chiffi: spunta video YouTube

Come detto, è stato diffuso sui social network un video dove si può ascoltare un audio inedito. Sarebbero volate parole pesantissime nei confronti dell’arbitro Chiffi. Nel video si ascolta un dirigente della Juventus gridare: “Vai a cacare! Sei un raccomandato!“.

Al momento, la Juve ancora non si è pronunciata sul contenuto di questo filmato ma nel post partita di Udinese-Juventus, il dirigente dei friulani, Pierpaolo Marino, ha protestato per il comportamento dei dirigenti della Vecchia Signora ai microfoni di Sky Sport.

Udinese-Juventus, insulti contro l’arbitro Chiffi: prima la denuncia di Marino, poi il video

“A fine primo tempo, hanno accerchiato Chiffi perché non aveva concesso un minuto di recupero in più. Lo hanno preso d’assalto per una sciocchezza simile. Allora cosa dovremo dire noi che abbiamo perso a causa di una punizione che non c’era? La verità è che volevano condizionare l’arbitro. E’ una strategia vecchia. Di un vecchio calcio che per fortuna non c’è più…(si riferiva a Calciopoli?)” (video YouTube).