Video

YOUTUBE Urina nella tazza da tè, poi la versa in faccia alla conducente del bus

conducente-bus-urina

Urina nella tazza da tè, poi la versa in faccia alla conducente del bus

WASHINGTON – La 38enne Opal Brown è stata condannata a 4 mesi di carcere per aver lanciato, lo scorso agosto, la propria urina contro l’autista di un bus. E’ accaduto a Washington sulla linea X2. La giovane donna, una volta uscita di prigione dovrà sottoporsi ad un periodo di libertà vigilata della durata di tre anni e non potrà mai più mettere piede sul pullman della stessa linea.

La Brown, subito dopo la sentenza, in tribunale ha chiesto “scusa alla comunità e al conducente dell’autobus”.

La vicenda è accaduto il 26 agosto. Brown stava per uscire dall’autobus quando la conducente le ha detto: “Buona giornata”. La donna le ha risposto stizzita: “Stai parlando a me?”, prima di gettarle addosso la tazza piena della sua stessa urina senza nessuna ragione.

Dopo la diffusione del video dell’incidente da parte della Metro Transit Police, la donna è stata fermata. In Tribunale, la Brown ha ammesso le proprie responsabilità e ha detto alla polizia di aver agito in quel mondo perché “ero arrabbiata con la conducente e odio Metro”.

La polizia ha affermato di aver visionato anche un altro video in cui si vede la Brown che urina nella tazza sul bus, prima di versarla sulla conducente. Secondo l’accusa la 38enne non avrebbe mostrato alcun rimorso per le sue azioni e si sarebbe “rallegrata” perché “grazie alla diffusione del video, si è quasi sentita una celebrità”. Per questa ragione è arrivata la dura condanna.

To Top