Usa, sparatoria in una scuola elementare: strage di bimbi. Un papà il killer?

Pubblicato il 14 Dicembre 2012 17:04 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2012 23:20
Usa, sparatoria alla scuola elementare Sandy Hook di Newton: un morto

La Sandy Hook Elementary School vista dall’alto

NEW YORK –  Strage di bambini in Connecticut: in una sparatoria nella scuola elementare Sandy Hook di Newtown sono morte 27 persone, tra almeno cui 2o bambini. Ad ucciderli è stato un giovane di 24 anni, Adam Lanza, arrivato nella scuola con un giubbotto antiproiettile e quattro armi. Non si sa fosse solo.

Forse era il padre di uno dei bambini della scuola. Prima di andare ad ammazzare i bambini l’uomo ha ucciso la propria madre, che insegnava in quella scuola elementare. Poi è andato alla scuola elementare e ha ammazzato i bambini, uno ad uno, come un’esecuzione.

L’uomo è morto nella sparatoria con la polizia. Probabilmente non era solo. Gli agenti hanno fermato due persone. Uno dei due indossava pantaloni mimetici. E’ stato preso dalla polizia nei boschi.

Tra i morti ci sono anche un insegnante, il preside e lo psicologo della scuola. Secondo quanto riporta l’Hartford Courant, all’appello manca un’intera classe.

La sparatoria è avvenuta in un’aula della Sandy Hook Elementary School intorno alle 9 di mattino ora locale. Molti i feriti. La zona intorno all’istituto scolastico è stata isolata e la scuola è stata evacuata.  Tutti gli istituti scolastici del distretto sono stati chiusi.

Una donna che si trovava nella scuola ha raccontato alla Cnn di aver sentito sparare un centinaio di colpi e di aver visto due cadaveri nell’atrio dell’edificio. Molti bambini sono stati visti uscire dall’edificio in lacrime.

La scuola si trova a circa 96 chilometri a nord-est di New York.

La Casa Bianca. Da Washington il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney, ha annunciato una stretta sulla vendita delle armi. “Faremo tutto quello che è possibile e che serve per arginare la diffusione della armi da fuoco nel Paese. Ma di fronte a un evento così tragico, non è oggi il momento delle polemiche. Il presidente Obama resta impegnato nel cercare di rinnovare il divieto di vendita delle armi d’assalto”.

Il presidente americano ha parlato con il direttore del Fbi Robert Mueller e con il governatore del Connecticut Dan Malloy per essere aggiornato su quanto accaduto nella scuola di Newtown. Lo ha detto il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney. Il presidente ha anche espresso le sua condoglianze per le vittime della sparatoria.