“Utoya come la gioventù di Hitler”: bufera sull’anchorman Usa star del Tea Party

Pubblicato il 26 Luglio 2011 13:36 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2011 13:36

ROMA – Il campeggio dei giovani laburisti a Utoya come i campi della Gioventù hitleriana: è bufera su Glenn Beck, anchorman ultra-conservatore e star del Tea party, autore dell’infelice paragone durante il suo show radiofonico che passa su ben 400 stazioni Usa. Il commentatore della Fox ha descritto il massacro come “il lavoro di un pazzo” e ha definito Anders Breivik, l’autore della strage, “tale e quale a Osama bin Laden”.

Poi però la riflessione sul laboratorio politico sull’isola di Utoya: “Assomiglia a qualcosa come la Gioventù hitleriana. Chi farebbe un campo per ragazzi che fanno tutta politica? Inquietante”.

Parole che hanno suscitato l’immediata reazione del portavoce del premier norvegese, Jens Stoltenberg: “I giovani laburisti si radunano a Utoya da 60 anni e lì imparano cos’è la democrazia e cosa significa praticarla, proprio l’opposto di quanto si faceva nei campi della Hitler-Jugend”.