VIDEO YouTube, Giancarlo Gentilini (Lega): “Gay restino nei loro recinti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Giugno 2015 15:40 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2015 15:42
VIDEO YouTube, Giancarlo Gentilini: "Gay restino nei loro recinti"

VIDEO YouTube, Giancarlo Gentilini: “Gay restino nei loro recinti”

ROMA – La premessa è da brividi: “Non ho nulla contro gay e lesbiche, ma…”, e dopo il “ma” l’ex sindaco leghista di Treviso, Giancarlo Gentilini, dice la sua sui cortei dei gay per ottenere pari diritti: “Ma che restino nei loro recinti”, dice sicuro, dove”recinto” è parola che immediatamente richiama stalle o simili. “Non posso tollerare ogni forma di esibizionismo”, dice ancora, e “di tentativi di massacrare la famiglia naturale”. Mesi fa l’ex sindaco si era distinto per altri commenti a proposito di gay pride:

“Tosi? Ha detto sì al Gay Pride a Verona, gli sparerei. I gay non appartengono al popolo veneto. Restino in casa, no all’esibizionismo”, aveva detto in radio rivolgendosi idealmente al sindaco Tosi. “Gli sparo politicamente” ha aggiunto subito dopo l’ex leader leghista che, interloquendo con i conduttori di Radio 24 aveva proseguito: “Non dica scemenze, i gay non hanno nulla a che fare col popolo veneto, quella non è l’eredità del popolo veneto. Io li rispetto, però non facciano esibizionismo, uomini con le tette come le ragazze, per carità. Restino in casa, nel privato”.