VIDEO YouTube – Rachel Dolezal attivista si finge nera: è caucasica e bionda

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Giugno 2015 20:09 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2015 20:09
Rachel Dolezal, attivista si finge nera tutta la vita ma è bugia: è caucasica e bionda

Rachel Dolezal attivista si finge nera: è caucasica e bionda

NEW YORK – Capelli afro, carnagione ambrata e un’intera vita pubblica spesa in favore dei diritti per le minoranze etniche. Ma non era vero niente: Rachel Dolezal non è afroamericana ma caucasica. Quando è nata la sua pelle era bianchissima e i suoi capelli biondissimi.

A smascherare quella che oggi è divenuta la Presidente dell’Agenzia Nazionale per l’avanzamento delle persone di colore sono stati i suoi stessi genitori, entrambi caucasici. Hanno diffuso alcune foto di Rachel bambina: pelle chiara, lentiggini e lunghi capelli biondi.

Non sono vere neppure le storie che in questi anni Rachel ha raccontato sulla sua infanzia: non ha mai abitato in Sudafrica, né ha vissuto in una tenda indiana, cacciando per procurarsi da mangiare. I suoi stessi figli, anche loro colorati, sarebbero entrambi adottati.

5 x 1000

Tutte storie inventate per dare corpo alla sua falsa identità, alla quale forse lei stessa ha finito per credere. A domanda diretta di una giornalista (Lei è nera?), la donna, non ha saputo rispondere: “Non capisco la domanda”.

Sul sito della Eastern Washington University dove Rachel insegna Studi africani c’è una sua biografia: racconta di aver combattuto le sue prime battaglie nell’Idaho, dove viveva, e di essere stata vittima assieme ai suoi figli di almeno otto episodi di violenza e discriminazione da parte del Ku Klux Klan, the Neo Nazis e dell’associaizone razzista Aryan Nations. Tutto per una menzogna.