VIDEO YouTube – Rugby, Nuova Zelanda-Samoa 25-16: highlights

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 luglio 2015 15:59 | Ultimo aggiornamento: 8 luglio 2015 15:59
VIDEO YouTube - Rugby, Nuova Zelanda-Samoa 25-16: highlights

VIDEO YouTube – Rugby, Nuova Zelanda-Samoa 25-16: highlights

ROMA – All Blacks messi alla prova soprattutto sul piano fisico nella giornata storica per le Samoa chead Apia hanno ospitato per la prima volta nella loro storia i campioni del mondo. All Blacks vincitori per 25-16 (minimo scarto nei sei precedenti) grazie al piede di Dan Carter. Sfida aperta dalle due danze di guerra: la più nota haka dei neozelandesi, la bellissima siva tau dei samoani.

Come scrive Roberto Parretta per La Gazzetta dello sport:

Il test era il primo di una serie di cinque partite, comprese quelle dell’ormai imminente Quattro Nazioni, che porteranno gli All Blacks a determinare il gruppo di 31 uomini che partirà a settembre per la Coppa del Mondo in Inghilterra, quando la squadra del c.t. Steve Hansen dovrà difendere il titolo conquistato quattro anni fa ad Auckland.

I neozelandesi sono apparsi nettamente superiori a Samoa nelle fasi che garantiscono il possesso del pallone, mischia ordinata e touche, ma poi al momento di giocare si sono trovati a dover fronteggiare i terribili placcaggi dei padroni di casa. Il gioco ne ha quindi risentito e, complici i tantissimi errori di handling commessi su entrambi i lati, lo spettacolo non è mai decollato. Due le mete segnate, entrambe nel secondo tempo: per gli All Blacks a segno l’esordiente ala George Moala, per i samoani il flanker Alafoti Faosiliva.

Nel primo tempo neozelandesi a segno 4 volte su piazzato con Dan Carter, al quale ha risposto una volta Tusi Pisi. Carter che ha provato ogni tanto a sorprendere la difesa samoana andando a cercare con lunghi calci proprio Moala, ma senza riuscire mai a mettere in difficoltà la difesa avversaria. Fino al tentativo effettuato a inizio ripresa, quando finalmente la combinazione è riuscita e Moala si è involato verso la meta, dopo una corsa di 30 metri. A un quarto d’ora dalla fine è arrivata la meta di Faosiliva, che di forza è riuscito a infilarsi nella difesa degli All Blacks. La trasformazione di Nanai Williams ha portato Samoa sotto break (-6), ma un calcio di Carter (il sesto a segno nel match) ha poi messo al sicuro la vittoria neozelandese.