VIDEO YouTube “Sono incinta: cerco il padre”. Ma è trovata..

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Settembre 2015 13:27 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2015 14:06
VIDEO YouTube "Sono incinta: cerco il padre". Ma è trovata..

Natalie Amyot

ROMA – La sua storia ha fatto commuovere molte persone, mentre, in altre, aveva suscitato pensieri poco gentili. La storia di Natalie Amyot, la turista francese incinta che era alla ricerca del padre del piccolo tramite un video sul web, è stata una delle notizie più lette di martedì 1 settembre.

Era però tutta una bufala. Natalie Amyot, ragazza parigina di 26 anni, che durante l’ultima notte di un viaggio in Australia durato tre mesi, aveva avuto un rapporto sessuale, non era che un’operazione di marketing.

Per chi non avesse letto la notizia, la ragazza, tramite un video su YouTube, era alla ricerca del ragazzo che le aveva fatto perdere la testa e con il quale, travolta da una passione incontrollabile, aveva fatto sesso restando incinta. Di lui non sapeva neppure il nome, quindi si appellava all’aiuto del web per ritrovarlo. Ora, sullo stesso canale YouTube, è stato pubblicato un altro video nel quale si spiega che la clip era frutto di una campagna di marketing della Sunny Coast Social Media di Queensland.

La nuova clip si apre con la 26enne che dice felice“L’ho trovato”, riferendosi al padre del suo bambino. Poi, però, compare Andy Sellar, ideatore della campagna e viene a galla la verità. La ragazza, in realtà, si chiama Alizee Michel, è studentessa della Sunshine Coast ed è fidanzata da anni. Il video, diventato virale, è stato ideato per Holiday Mooloolaba, e Sellar spiega che la sua società di solito produce video virali per le imprese.

Poi si scusa: ‘’Volevamo soltanto mettere Mooloolaba sotto i riflettori perché è un posto fantastico. E allora grazie per averlo visto… e penso che lo rifaremo prima o poi’’.