Il vulcano Copahue erutta tra Cile e Argentina (video)

Pubblicato il 24 Dicembre 2012 20:47 | Ultimo aggiornamento: 24 Dicembre 2012 20:48
Il vulcano Copahue erutta tra Cile e Argentina

Il vulcano Copahue erutta (foto Ansa)

COPAHUE, CILE – Le autorità argentine hanno portato da ‘giallo’ ad ‘arancione’ l’allerta decisa qualche ora fa a seguito dell’eruzione del vulcano Copahue, nella provincia patagonica di Neuquen, sulla cordigliera delle Ande alla frontiera con il Cile, che ha in queste ore lanciato un allarme simile.

Gli esperti locali sottolineano che l’attività del Copahue sta aumentando e alcuni abitanti della zona hanno già provveduto ad evacuare. Oltre alle autorità argentine, a seguire la situazione ci sono anche gli esperti del Servizio di geologia e minerario del Cile.

”Per ora, l’attività del vulcano è evidente soprattutto sul fronte argentino”, ha precisato il governatore della regione cilena di Bio Bio, Victor Lobos. ”Ci sono importanti rumori sotterranei e l’emissione di gas, nell’ambito di una complessiva attività sismica”, ha precisato.

Gli esperti di Santiago ricordano che l’ultima attività significativa del Copahue risale al 1600, anche se – precisano – ”il Copahue ‘si attiva’ all’incirca ogni 400 anni”.