Yemen: kamikaze in tre moschee, Isis rivendica. Centinaia i morti VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Marzo 2015 16:01 | Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2015 16:13
Yemen: kamikaze in due moschee, Isis rivendica. Centinaia i morti VIDEO

Yemen: kamikaze in due moschee, Isis rivendica. Centinaia i morti VIDEO

SANAA – Tre kamikaze che si fanno esplodere davanti, forse dentro, tre moschee nel giorno della preghiera, di venerdì. Sono centinaia le vittime dell’attacco avvenuto a Sanaa, capitale dello Yemen, rivendicato dallo Stato Islamico.

Secondo alcune testimonianze i kamikaze si sono fatti saltare in aria all’esterno delle moschee, nel centro della capitale yemenita ma molte vittime sono state colpite all’interno dei locali.

I tre luoghi di culto sono frequentati da dirigenti e sostenitori degli Huthi, i ribelli sciiti che dal settembre scorso controllano Sanaa e che in gennaio hanno sciolto Parlamento e governo.

Gli Huthi, come le forze armate regolari, sono presi di mira in attacchi e attentati compiuti dal Al Qaida nello Yemen, che gli Usa considerano la branca più pericolosa della rete terroristica a livello planetario.

L’attentato odierno è stato compiuto all’indomani di scontri a Aden, nel Sud del Paese, tra truppe fedeli rispettivamente al presidente Abed Rabbo Mansur Hadi e al suo predecessore Ali Abdullah Saleh. Hadi si è rifugiato a Aden, la ex capitale dello Yemen del Sud, nel febbraio scorso, dopo essere fuggito da Sanaa, dove gli Huthi lo tenevano agli arresti domiciliari.

L’operazione è stata rivendicata dall’Isis.