YOUTUBE Il sottomarino di Pablo Escobar affondato in mare: caccia al tesoro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 gennaio 2018 12:06 | Ultimo aggiornamento: 24 gennaio 2018 12:49
sottomarino di escobar affondato a largo della colombia

Il sottomarino di Pablo Escobar affondato in mare: caccia al tesoro

ROMA – Uno dei sottomarini usati per il traffico di droga da Pablo Escobar potrebbe essere stato affondato al largo delle coste del Colombia con all’interno parte del suo immenso tesoro mai ritrovato. È quanto sostengono due ex agenti della Cia che, armati di bombole di ossigeno e maschere, si sono calati nelle profondità oceaniche ritrovando parti del relitto del sottomarino.

Al momento il relitto non è stato ancora trovato ma diversi pezzi rinvenuti nell’area fanno ben sperare ai ricercatori del tesoro. Secondo i due ex agenti Cia, seguiti nelle loro ricerche da un programma televisivo di Discovery Channel, infatti se il sommergibile dovesse essere trovato potrebbe contenere indizi su dove è stato nascosto il tesoro di Escobar. I due, noti come Doug Lauxe e Ben Smith, si sono immersi in una zona non meglio precisata al largo del Paese sudamericano dopo attente ricerche in superficie che li hanno condotti fino a quel punto ma per ora del tesoro non vi è traccia.

Pablo Escobar, che al comando del cartello di Medellin ha fornito l’80% della cocaina consumata nel mondo negli anni ’80, infatti nel corso della sua carriera criminale ha accumulato una ricchezza smisurata tanto che la rivista Forbes stimava che egli fosse il settimo uomo più ricco del mondo. La maggior parte della sua fortuna veniva messa da parte in contanti in varie località così quando è stato ucciso in molti hanno avviato la caccia al tesoro ma la maggior parte del suo denaro non è mai stata ritrovata.