Trump difende le armi e mima i terroristi del Bataclan: “Bum” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 maggio 2018 9:13 | Ultimo aggiornamento: 6 maggio 2018 9:13
YOUTUBE Trump difende le armi e mima i terroristi del Bataclan: "Bum"

YOUTUBE Trump difende le armi e mima i terroristi del Bataclan: “Bum”

NEW YORK – Donald Trump, durante la convention della potente lobby della National Rifle Association, torna a difendere i diritto di possedere le armi e lo fa citando il Bataclan in Francia. E Trump, durante il suo intervento, mima anche i terroristi in quei tragici momenti: “Bum, bum”.

“Se qualcuno – dice Trump – fosse stato armato al Bataclan durante l’attacco del 2015 i terroristi sarebbero scappati o almeno sarebbero stati colpiti, e avremmo avuto una storia diversa”.

Poi Trump cita anche Londra.

Difendendo le armi e la loro bontà, il presidente americano parla di un’epidemia di accoltellamenti a Londra tanto che un’ospedale della capitale è divenuto come una zona di guerra:

“Non hanno pistole. Hanno coltelli e c’e’ sangue sui pavimenti dell’ospedale. Dicono che la situazione sia come quella di un ospedale in una zona di guerra”.

Furiosa la reazione di Hollande e Valls in Francia.

“Parole vergognose, gesti osceni”: così Francois Hollande, presidente in carica durante gli attentati del 2015, ha commentato le parole di Donald Trump che nel suo intervento alla Nra ha detto, mimando i gesti dei terroristi, che se le vittime del Bataclan fossero state armate ci sarebbero stati meno morti. “Indecente e incompetente. Che dire di più?” è il tweet postato da Manuel Valls, che all’epoca degli attentati era primo ministro di Hollande.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other