Berlusconi alla Cnn/ “Vergognosi attacchi politici per divorzio”, e “mai fatto gaffe”

Pubblicato il 25 Maggio 2009 12:43 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2009 16:07

Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi ha rilasciato un’intervista alla Cnn in cui definisce «vergognoso» l’atteggiamento di certe forze politiche che sfruttano a fini elettorali la vicenda del suo divorzio da Veronica Lario.

Vicende di cui, in altra sede, ha continuato però a parlare, ammettendo che Noemi Letizia è stata sua ospite durante lo scorso capodanno in Sardegna: «È vero che è stata ospite a casa mia a Capodanno, insieme a tanti altri ospiti, non capisco perché debba costituire uno scandalo. Serve solo a insinuare. Cosa? Sesso? Ma quale sesso, per favore non scherziamo… »

Alla Cnn in ogni caso il premier ha detto che «reagirà» agli attacchi che gli sono stati rivolti, e si è detto sicuro che «il popolo italiano sarà dalla mia parte».  Quegli attacchi, ha affermato, «saranno un boomerang per chi li ha lanciati».

Alla domanda della giornalista Paula Newton sulle gaffe di cui l’accusano i media, il premier ha risposto: «Non ho mai fatto gaffe, sono cose scritte dai giornali, pura invenzione».

Berlusconi ha fatto l’esempio del primo incontro col presidente degli Stati Uniti Barack Obama, dopo aver lodato la sua «abbronzatura”. Il premier ha detto che l’incontro è stato «molto cordiale e rilassato, con calorose strette di mano».

Altro esempio fatto da Berlusconi è quando avrebbe attirato la riprovazione della regina Elisabetta II d’Inghilterra chiamando a voce alta Obama durante un ricevimento offerto dalla sovrana. «Un comunicato di Buckingham Palace il giorno dopo – ha detto Berlusconi – ha chiarito che da parte della regina non c’era l’intenzione di fare alcun rimprovero».

Quanto al suo impegno come capo del governo, Berlusconi ha detto di svolgerlo «con senso di sacrificio» perchè potrebbe fare altro. La giornalista della Cnn gli ha chiesto se allora se non gli piaccia essere presidente del consiglio, e Berlusconi ha risposto «assolutamente no».