Gli emirati Arabi spingono per il nucleare. Con la benedizione di Obama

Pubblicato il 10 Aprile 2009 15:30 | Ultimo aggiornamento: 10 Aprile 2009 15:30

Nonostante l’allarme che la parola “nucleare” desta se pronunciata nel Golfo Persico, Washington guarda con molto interesse alla corsa degli Emirati Arabi per dotarsi di un programma energetico basato sull’atomo. Dozzine di ingegneri, avvocati e uomini d’affari americani si sono infatti dati appuntamento a Abu Dhabi in questi mesi, per aiutare gli emiri a mettere in piedi il programma nucleare più ambizioso del mondo.

Nonostante le chiusure verso l’Iran, Obama considera il programma nucleare degli Emirati Arabi Uniti «un modello per il mondo» e si accinge a presentare, per metà aprile, un accordo bilaterale di cooperazione al Congresso. La convinzione è che produrre energia attraverso la tecnologia nucleare è molto lontano dal costruire armi e, sostengono i fautori di questa scelta, l’accordo renderà ancora più difficile preparare una bomba atomica.