Milano/ Nuova trovata della Lega: “Immigrati fuori dai giardinetti pubblici”

Dopo essere stata definita una città africana, e dopo le leggi anti-kebab, Milano e la questione immigrati, sono ora al centro dell’attenzione per la nuova proposta della Lega. «È inammissibile che anche in alcune zone di Milano ci siano veri e propri assembramenti di cittadini stranieri che sostano nei giardini pubblici, a ogni ora del giorno e della notte, come avviene per esempio ormai da qualche giorno in piazza Oberdan». A sostenerlo è il capodelegazione della Lega Nord in giunta regionale lombarda, e assessore al Territorio, Davide Boni.

«Chi non è in regola e non ha mezzi di sostentamento – continua Boni – deve essere allontanato dal nostro Paese e non spostato in un altro quartiere della città. Le scene di degrado non possono più essere minimamente tollerate».

Comments are closed.

Gestione cookie