Virus/ Giallo: l’influenza suina nata in laboratorio?

Pubblicato il 13 Maggio 2009 11:09 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2009 11:09

Grave sospetto sulla nascita dell’epidemia di influenza partita dal Messico e oramai dilagata, seppure non in modo devastante, su tutto il territorio mondiale. Un virologo australiano Adrian Gibbs, padre dell’antivirale “oseltamivir”, sostiene che l’ultima epidemia potrebbe essere partita da un laboratorio.

Un errore fatale che Gibss ha denunciato in un articolo inviato all’Oms, Organizzazione Mondiale della sanità. Secono la denuncia il virus ha caratteristiche genetiche tali da da far supporre che sia stato coltivato nelle uova.