Nucleare conveniente? Il solare costa meno

Pubblicato il 27 luglio 2010 20:05 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2010 20:05

In tema di energia e costi, il fotovoltaico batte il nucleare perché costa meno e non ha bisogno degli stessi ingenti investimenti pubblici. A scriverlo è il New York Times sulla scia di uno studio di John Blackburn, docente di economia della Duke University, relativo al North Carolina.

«Il solare fotovoltaico ha raggiunto le altre alternative a basso costo rispetto al nucleare», afferma Blackburn, nel suo articolo Solar and Nuclear Costs – The Historic Crossover, pubblicato sul sito dell’ateneo. «Il sorpasso è avvenuto da quando il solare costa meno di 16 centesimi di dollaro a kilowattora» (12,3 centesimi di euro/kWh).

Se a detta di Blackburn negli ultimi otto anni il fotovoltaico è sceso in quanto a costi, per il nucleare non è così: un singolo reattore nucleare è passato da 3 miliardi di dollari nel 2002 a dieci nel 2010. E il solare è destinato a diminuire ancora di più le spese, a differenza dell’energia atomica.