Borse: Milano recupera il 3,6% dopo l’asta spagnola. Spread chiude a 372

Pubblicato il 17 Aprile 2012 17:41 | Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2012 18:32

Piazza Affari (Lapresse)

ROMA – Piazza Affari dopo un avvio in rosso, recupera il 3,6%, Londra l’1,5%, Francoforte l’1,9% e Parigi l’2,1%. Buona seduta per Wall Street dove il Dow Jones guadagna l’1,1%, il Nasdaq lo 1,3% e lo S&P 500 lo 1,3%. Prove di rimbalzo dunque per i principali mercati europei e mondiali che guardano con ottimismo verso la Spagna dove, dopo le recenti tensioni sul debito pubblico e con i bonos decennali volati oltre il 6%, Madrid è riuscita a collocare buoni a 12 mesi per 2,09 miliardi e buoni a 18 mesi per 1,09 miliardi. La Borsa di Madrid tira quindi un sospiro di sollievo e recupera lo 0,7%.

E così lo spread tra Btp decennali e bund tedeschi equivalenti, dopo aver chiuso la giornata di lunedì a quota 387, si attesta a 372 punti, in ribasso di 15 punti rispetto al giorno prima ma comunque 30 punti in più rispetto alla “soglia di sicurezza”. Oltre all’asta spagnola i mercati aspettavano numerosi dati macroeconomici. A cominciare dall’inflazione nell’Eurozona e in Gran Bretagna a marzo. Nel Regno Unito i prezzi sono cresciuti più delle attese salendo al 3,5% rispetto all’anno scorso e contro lo stimato 3,4%. ad attese del 3,4%. Nella zona euro l’inflazione è invece rimasta invariata al 2,7% rispetto a febbraio. La variazione mensile è stata dell’1,3%. Lo comunica Eurostat che sottolinea come in Italia l’aumento dei prezzi è stato del 3,8%, con una variazione mensile del 2,5%. Nella Ue a 27 il carovita annuo è stato del 2,9% nel marzo 2012, invariato rispetto a febbraio.