Il Fatto: notisti politici ora critici di regime. Moderati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 Luglio 2014 13:04 | Ultimo aggiornamento: 31 Luglio 2014 13:04
Arrivano in tandem i compagni di Re Giorgio

Renzi e Padoan (LaPresse)

ROMA – Anche i notisti politici più autorevoli d’Italia, Stefano Folli del Sole 24 Ore e Massimo Franco del Corriere della Sera, hanno deciso di raggiungere il Fatto Quotidiano nella landa desolata dei critici di regime.

Folli scrive che “una riscrittura della Costituzione fatta in un clima esasperato lascia perplessi”, dà risalto alle critiche di Diego Della Valle – messe in evidenza ieri dal Fatto – e avverte Renzi che se l’intenzione è dimostrare che le riforme non si possono fare per andare a elezioni anticipate, “il sentiero è comunque lungo e contorto, reso più impervio dalla condizione economica del paese”.

Franco, sul Corriere, parla di “gabbia del Nazareno”, il patto dentro il quale Renzi si è blindato insieme a Berlusconi finendo in una “palude”. E chiarisce che “la riforma del Senato è soltanto il paravento di questo conflitto politico sull’Italicum”, che resta la vera sostanza. Segnala che “qualcosa si è inceppato” e che “la strategia della velocità rischia di far perdere altro tempo prezioso”. Insomma, Renzi sta sbagliando. Benvenuti.