Toninelli sfiducia: rissa in Aula tra “gaffe”, “bunga bunga” e gesto delle manette VIDEO

di Daniela Lauria
Pubblicato il 21 marzo 2019 13:08 | Ultimo aggiornamento: 21 marzo 2019 13:23
Toninelli sfiducia: rissa in Aula tra "gaffe" e "bunga bunga" VIDEO

Toninelli sfiducia: rissa in Aula tra “gaffe” e “bunga bunga” VIDEO

ROMA – Peggio le gaffe o il bunga bunga? Nell’Aula del Senato scatta la rissa tra Forza Italia e Movimento 5 Stelle, a colpi di ricerche su Google e gesto delle manette. Accade durante le dichiarazioni di voto sulle mozioni di sfiducia al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. E la presidente Elisabetta Casellati è costretta ad intervenire censurando due senatori: Alberto Airola dei 5 Stelle e Francesco Giro di FI.

Tutto ha inizio quando, a metà del suo intervento, il senatore azzurro Sandro Biasotti si rivolge direttamente al ministro M5s affaccendato col suo smartphone: “Vedo che sta giocando col cellulare, la invito ad andare su Google e digitare Toninelli… Vedrà la parola gaffe accanto al suo nome”.

La replica arriva dal capogruppo M5s, Stefano Patuanelli, che prende la parola subito dopo facendo notare a Biasotti che “se si digita Berlusconi la prima parola è bunga bunga”. Airola grida dai suoi banchi “Bunga, bunga”. Quando il capogruppo Patuanelli protesta con la presidente per la severa misura presa nei confronti del collega Airola tocca a Giro l’esibizione. Il senatore azzurro infatti pensa di fare il segno delle manette. “Giro è censurato” è la reazione di Casellati.

Alla fine l’Aula del Senato respinge la mozione di sfiducia presentata dal Pd. I voti a favore dell’esponente M5S sono 159, quelli contrari 102. Gli astenuti 19.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev