“Cannonball”: Ferrari e Lamborghini si sfidano sulle autostrade tutta l’estate

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Giugno 2013 11:16 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2013 11:16
"Cannonball": Ferrari e Lamborghini si sfidano sulle autostrade tutta l'estate

“Cannonball”: Ferrari e Lamborghini si sfidano sulle autostrade tutta l’estate

ROMA – Partono quasi sempre dalla Gran Bretagna, direzione sud. Francia ma anche Italia. Bolidi da corsa guidati da ricchi amanti della velcoità: Ferrari, Lamborghini, Aston Martin. Si danno appuntamento per sfrecciare su strade e autostrade, incuranti dei pericoli e dei limiti di velocità: l’eventuale multa, una volta arrivata in Gran Bretagna, difficilmente verrà pagata.

Sono gli amanti delle “cannonball“, che si danno appuntamento per sfide estreme. Gli eventi, d’estate, si moltiplicano: c’è la «Rico Rally», la «Modball» o la «Riviera Adventure». Le polizie si mobilitano, anche se gli organizzatori assicurano che non si tratta di gare. Di fatto, però, questi bolidi sfrecciano per le strade arrivando a superare anche i 200 km/h.

Il Corriere della Sera ricorda come sono nate queste gare:

La prima corsa Cannonball partì da New York il 13 novembre 1971 e arrivò 4.608 chilometri e 35 ore dopo a Rodondo Beach, California: due giornalisti americani, Brock Yates e Jim Smith, avevano deciso di fare rivivere il mito del pilota Erwin «Cannonball» Baker, che quasi quarant’anni prima, nel 1933, aveva attraversato gli Stati Uniti da costa a costa in 53 ore, al volante di una Graham-Paige. La prima gara della nuova era venne vinta da un ex pilota di Formula Uno, Dan Gurney, al volante di una Ferrari Daytona, che dichiarò con modestia di non avere mai superato i 280 km/h, di essere stato fermato una sola volta dalla polizia, e lasciato libero di ripartire. Oggi gli agenti sono meno comprensivi.