Eutanasia, Francia: 2 anni in appello al “dottor morte”

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Ottobre 2015 18:01 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2015 18:02
Eutanasia, Francia: 2 anni in appello al "dottor morte"

Eutanasia, Francia: 2 anni in appello al “dottor morte”

ROMA – Il medico francese Nicolas Bonnemaison, il “dottor morte” accusato di aver praticato l’eutanasia attiva avvelenando sette persone in fin di vita per abbreviare la loro agonia, è stato condannato in appello a due anni di carcere con la condizionale per uno dei casi a lui contestati. Nel processo di primo grado era stato assolto.

Lo riportano i media francesi. Il verdetto è arrivato dopo oltre 15 ore di camera di consiglio alla corte d’assise di Maine-et-Loire. “La medicina è la mia vita, i pazienti sono la mia vita e mi mancano”, aveva detto davanti ai giurati il medico 54enne. Bonnemaison, se riconosciuto colpevole di tutte e sette le morti, avvenute tra il 2010 e il 2011, rischiava l’ergastolo. Venerdì l’accusa aveva chiesto 5 anni di carcere, sempre con la condizionale.

“Non può essere considerato un assassino nel senso comune del termine”, era stata la considerazione della stessa accusa. Già nel giugno del 2014, prima che i giudici si riunissero per deliberare quella che poi sarebbe stata la sua assoluzione, Bonnemaison aveva detto: “Ho agito da medico fino all’ultimo. Fa parte dei doveri del medico accompagnare i pazienti fino alla fine”.  Alla lettura di quel verdetto la moglie di una delle vittime era scoppiata in lacrime in aula.