Eutanasia Vincent Lambert, medici si oppongono a stop macchine. Serve avvocato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 luglio 2015 15:58 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2015 15:58
Eutanasia Vincent Lambert, medici si oppongono a stop macchine. Serve avvocato

Eutanasia Vincent Lambert, medici si oppongono a stop macchine. Serve avvocato

PARIGI – Vincent Lambert è un cittadino francese in stato vegetativo da 7 anni. Sua moglie chiede che si stacchino le macchine che lo tengono artificialmente in vita. I suoi genitori, invece, si oppongono. Giovedì 23 luglio la dottoressa Daniela Simon, responsabile della procedura collegiale sul fine vita di Lambert all’ospedale di Reims, ha deciso a sorpresa di non sospendere l’alimentazione e l’idratazione del tetraplegico in stato vegetativo dal 2008.

Contrariamente alle attese, l’equipe medica dell’ospedale di Reims ha scelto di non prendere per il momento alcuna decisione in merito allo stop dei trattamenti che tengono in vita Vincent e ha chiesto alla procura della Repubblica di designare un “rappresentante legale” del paziente. La famiglia Lambert, che oggi era stata convocata alle quattordici all’ospedale di Reims, è profondamente spaccata.

Da una parte i genitori che si oppongono allo stop dei trattamenti che tengono in vita il figlio. Dall’altra la moglie Rachel e molti dei fratelli che chiedono di lasciarlo andare. Lo scorso 5 giugno, la Corte europea di Strasburgo ha confermato il parere del Consiglio di Stato francese secondo cui mantenere artificialmente in vita Vincent è accanimento terapeutico e sarebbe dunque legittimo staccare la spina.