Francia, statuette obese di cioccolato. Bufera sul pasticcere: “Dolci razzisti”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 Marzo 2015 15:06 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2015 15:06

PARIGI – A Grasse, nel sud della Francia, c’è un pasticcere che fa “dolci razzisti”. O almeno così li ha definiti il Cran, il consiglio rappresentativo delle associazioni nere, insorto dopo l’apparizione delle sue ultime creazioni in vetrina. Oggetto della discordia sono due bizzarre statuette di cioccolato nero: un uomo e una donna, obesi e con il sesso fuori misura e colorato di rosa.

In una nota il Cran arriva a parlare di “caricature negriere, oscene e ingiuriose che traggono origine dalla vecchia tradizione coloniale”. E ne ha chiesto l’immediato ritiro minacciando di sporgere denuncia per incitamento all’odio razziale.

All’indignazione delle associazioni dei diritti si contrappone però la reazione dei clienti che, tutt’altro che infastiditi, si fermano divertiti e sghignazzano di fronte alla vetrina. E il pasticcere, gratificato, non ci pensa proprio a correggere il tiro: “Non sono razzista, non più dei miei clienti. Quei dolci rimangono in vetrina”.

Francia, statuette obese di cioccolato. Bufera sul pasticcere: "Dolci razzisti"