Spagna: curdo lancia scarpa contro Erdogan, arrestato

L’incidente è intervenuto verso le 23:00 mentre Erdogan, in visita ufficiale in Spagna, usciva dal municipio di Siviglia dove gli era stato consegnato il premio della Fondazione Nodo fra Culture della capitale andalusa.
Recep Tayyip Erdogan

Un giovane curdo con passaporto siriano è stato arrestato nella notte tra lunedì 22 e martedì 23 febbraio a Siviglia per avere lanciato una scarpa contro il premier turco Recep Tayyip Erdogan: lo riferisce la stampa spagnola.

L’incidente è intervenuto verso le 23:00 mentre Erdogan,  in visita ufficiale in Spagna, usciva dal municipio di Siviglia dove gli era stato consegnato il premio della Fondazione Nodo fra Culture della capitale andalusa.

Il giovane curdo, di 27 anni, ha lanciato una scarpa – numero 44 secondo l’agenzia Efe – contro il premier turco quando stava per salire in auto, senza colpirlo. È stato subito immobilizzato dalle guardie del corpo di Erdogan e consegnato alla polizia spagnola. Il giovane curdo, che viveva da circa un anno a Siviglia, è stato arrestato e incolpato di tentativo di attentato contro un capo di stato e di resistenza alle forze dell’ordine.

Un altro curdo è stato fermato per avere gridato a Erdogan, nell’albergo di Siviglia in cui il premier ha trascorso la notte, “assassino” e “Kurdistan libero”.  Erdogan ha incontrato a Madrid re Juan Carlos di Borbone e il premier José Luis Zapatero.

Gestione cookie