Ucraina, scontri a Sloviansk: morti e feriti in operazione antiterrorismo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Aprile 2014 10:07 | Ultimo aggiornamento: 13 Aprile 2014 11:51
Ucraina, attacco filorussi a Sloviansk: Kiev annuncia operazione antiterrorismo

Ucraina, attacco filorussi a Sloviansk: Kiev annuncia operazione antiterrorismo (Foto LaPresse)

KIEV – Morti e feriti nell’operazione anti terrorismo a Sloviansk, in Ucraina, dove il 12 aprile un comando di filo-russi armati di kalashikov hanno assaltato le sedi della polizia e della sicurezza.

La mattina del 13 aprile il ministro dell’Interno Arsen Avakov del governo di Kiev ha dato il via ad una operazione di antiterrorismo per liberare le sedi occupate con la forza. Gli scontri scoppiati hanno provocato “morti e feriti da entrambe le parti”, ha annunciato Avakov sulla sua pagina Facebook.  

“Da parte nostra” si registra la morte di “un ufficiale dei servizi di sicurezza Sbu e almeno cinque feriti”, ha postato su Facebook il ministro dell’Interno di Kiev. Tra i separatisti, invece, c’è un “numero non precisato di vittime”, ha proseguito.

Tra i feriti nelle file delle forze pro-europee ucraine anche il “capo del centro di terrorismo Sbu”.   Il ministro ha riferito anche di “separatisti che si nascondono dietro civili, usati come scudi umani”.

Già nella serata degli attacchi il ministro aveva denunciato una “aggressione” russa, dopo la serie di attacchi ad edifici delle forze di sicurezza nella città russofona dell’Ucraina orientale, al confine con la Russia.

La sera del 12 aprile il Consiglio di Sicurezza ucraino si è riunito per più di tre ore, in seguito agli attacchi nell’est, ma nessuna decisione è stata ufficialmente annunciata al termine dell’incontro.