Alessandra Zorzin, parla il padre del killer: “La frequentava da mesi. Chiedo perdono alla sua famiglia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Settembre 2021 15:39 | Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2021 15:39
Alessandra Zorzin, parla il padre del killer: "La frequentava da mesi. Chiedo perdono alla sua famiglia"

Alessandra Zorzin, parla il padre del killer: “La frequentava da mesi. Chiedo perdono alla sua famiglia”

Adriano Turrin, il padre di Marco, la guardia giurata che si è tolta la vita dopo aver ucciso la mamma 21enne Alessandra Zorzin, ora chiede perdono alla famiglia della donna:

“Siamo distrutti e chiedo perdono anche all’altra famiglia – ha detto Adriano Turrin – Mio figlio era un ragazzo tranquillo, lavorava alla Civis e al mattino era uscito come sempre di casa lavato e profumato. Non aveva dato segni di nervosismo. Frequentava questa ragazza da diversi mesi, almeno sei o sette. Lo sapevamo e non era un mistero. Non era venuta qui a casa a Vigodarzere ma sapevamo bene dell’esistenza di questa ragazza e quando ho letto su internet della tragedia ho fatto subito il collegamento con mio figlio”.

L’omicidio di Alessandra Zorzin

Un solo colpo di pistola al volto, esploso da vicino, ha tolto la vita alla ventunenne, sposata e madre di una bimba di due anni, che in quel momento era sola in casa e aveva aperto la porta al suo assassino. La figlia era all’asilo, il marito a pranzo dai genitori. 

Il suicidio

Dopo aver ucciso Alessandra Zorzin, Marco Turrin ha tentato la fuga in macchina. Nelle ore successive la sua macchina era stata avvistata più volte nella provincia di Vicenza, ma anche nel Veronese e in Emilia Romagna.

In serata poi Turrin era stato avvistato di nuovo nel Vicentino, a Creazzo. Poi alla fine le forze dell’ordine sono riusciti ad intercettarlo nella zona di Vicenza Ovest e a quel punto Turrin, braccato e vedendo le pattuglie, si è sparato ed è poi morto malgrado l’intervento immediato dei soccorsi.