Yemen, Alessandro Spadotto torna a casa

Pubblicato il 3 agosto 2012 23:11 | Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2012 23:20

SAN VITO AL TAGLIAMENTO (PORDENONE) – ”E’ tornato Alessandro, evviva”: è l’urlo con cui la mamma di Alessandro Spadotto ha accolto il figlio al ritorno nella sua abitazione di San Vito al Tagliamento. Nella tarda sera di venerdì, ‘scortato’ dai colleghi dell’Arma, ha varcato la soglia di casa. E’ salito al secondo piano e si è affacciato alla finestra della camera, sotto la quale campeggiava un enorme striscione di ringraziamento ad amici, parenti, Carabinieri e Farnesina.

I ringraziamenti sono state anche le uniche parole pronunciate da Spadotto, prima di sparire dietro le tendine delle finestre. Quando qualcuno dei giornalisti presenti gli ha chiesto se avesse avuto paura durante i cinque giorni del sequestro, il giovane ha risposto con un sorriso. In strada anche tanti amici e compaesani che l’hanno accolto con uno scrosciante applauso e urla di giubilo. Nulla al confronto della gioia della mamma che, con il suo calore e il suo impeto, ha trasmesso l’entusiasmo a tutti i presenti.