Bologna: fermato per un controllo, confessa di aver ucciso la sua donna (a Cosenza)

di Raffaele d'Ettorre*
Pubblicato il 16 Novembre 2010 16:06 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2010 16:06

Fatto accostare dall’Arma per un controllo di routine nei pressi di Bologna, ha confessato un omicidio commesso a centinaia di chilometri di distanza.

L’uomo, Nicola Sorgato, cinquant’anni, ha raccontato di aver ucciso la propria donna, Tiziana Falbo, con la quale conviveva da cinque anni a Cosenza.

In evidente stato confusionale, Nicola ha riferito particolari e dettagli che si sono poi rivelati inesatti al successivo controllo dei Carabinieri. In particolar modo, l’arma del delitto rimane un mistero: l’uomo ha dichiarato di aver ucciso la compagna con un cacciavite, mentre sul corpo della donna non risultano ferite di alcun tipo e nell’appartamento, dove si sarebbe consumato l’assassinio, non ci sono tracce di sangue.

La sua versione è dunque ora al vaglio degli inquirenti. Si attende il referto dell’autopsia per le prime risposte definitive agli interrogativi circa le dinamiche dell’omicidio.

*Scuola di Giornalismo Luiss