Cortina d'Ampezzo, l'alpinista milanese Marco Sordelli precipita sul Lagazuoi e muore Cortina d'Ampezzo, l'alpinista milanese Marco Sordelli precipita sul Lagazuoi e muore

Cortina d’Ampezzo, l’alpinista milanese Marco Sordelli precipita sul Lagazuoi e muore

Un alpinista milanese, Marco Sordelli, di 48 anni, è morto dopo essere precipitato sul Lagazuoi a Cortina d’Ampezzo (Belluno) davanti alla sorella Eleonora, di 45 anni. 

Alpinista milanese precipita sul Laguzoi a Cortina d’Ampezzo

Il tragico incidente in montagna è avvenuto poco dopo le 17 di giovedì 26 agosto. Eleonora Sordelli ha allertato il Suem spiegando che il fratello, con cui era legata in cordata, era precipitato per diversi metri durante la salita alla Via del buco sul Lagazuoi.

A causa del forte vento l’elicottero del Suem non si è potuto avvicinare, e così ha trasportato in quota una squadra del Soccorso alpino di Cortina.

La sorella ha assistito all’incidente mortale

Secondo la ricostruzione dell’accaduto riportata dal Corriere della Sera, durante la scalata Eleonora e Marco Sordelli sarebbero usciti fuori tracciato, sbagliando percorso.

Accortosi dell’errore, Sordelli si sarebbe fatto calare dalla sorella ma sarebbe precipitato su un terrazzino erboso cinquanta metri più in basso. Quando i soccorritori l’hanno raggiunto, l’alpinista era ormai morto. 

Chi era Marco Sordelli

Laureato in  Economia politica all’Università Bicocca di Milano, con un master conseguito a Pavia, Marco Sordelli era stato dirigente a Varese, quindi a Lecco, ed era attualmente responsabile dell’Unità controllo economico patrimoniale e consolidato del Comune di Milano.

 

 

 

Gestione cookie