“Giustizia per Gabriele, Spaccarotella in cella”: denunciati a Bologna 3 esponenti di Forza Nuova

Pubblicato il 10 novembre 2010 13:13 | Ultimo aggiornamento: 10 novembre 2010 13:17

Sono resposabili di scritte contro Luigi Spaccarotella e per questo sono stati denunciati. Tre giovani legati al movimento Forza Nuova sono stati denunciati a Bologna dalla polizia, che li ha sorpresi a tracciare scritte contro il poliziotto condannato a sei anni per l’ omicidio di Gabriele Sandri, il tifoso laziale ucciso l’11 novembre 2007 in un’area di servizio dell’A1 nei pressi di Arezzo.

Il terzetto è stato sorpreso poco dopo mezzanotte a imbrattare i muri del portico del cimitero della Certosa, nella via omonima. Con una bomboletta di vernice spray hanno tracciato le frasi “Spaccarotella 30 anni in cella” e “11/11/07 – 11/11/10 giustizia per”. L’ultima frase non è stata completata perché i tre, vedendo passare una volante del 113, si sono fermati e hanno tentato di allontanarsi, ma sono stati poi raggiunti e bloccati poco dopo.

Si tratta di due ragazzi di 22 e 25 anni e una ragazza di 34, tutti bolognesi incensurati, e conosciuti alle forze dell’ordine come militanti di Forza Nuova. Ai poliziotti hanno detto di non appartenere a tifoserie e di aver agito solo per motivi personali. Sono stati denunciati per deturpamento ed imbrattamento. L’11 novembre ricorre il terzo anniversario dell’omicidio e il primo dicembre, a Firenze, si aprirà il processo d’appello a Spaccarotella, condannato in primo grado a sei anni per omicidio colposo.