Maltempo, allerta rossa Emilia Romagna: ponti chiusi sul Secchia, garage allagati. Disagi in tutto il Nord

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 maggio 2019 10:07 | Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2019 10:07
Maltempo, allerta rossa Emilia Romagna: ponti chiusi sul Secchia, garage allagati. Disagi in tutto il Nord

Maltempo, allerta rossa Emilia Romagna: ponti chiusi sul Secchia, garage allagati. Disagi in tutto il Nord

MODENA – E’ allerta rossa in Emilia-Romagna, da giorni nella morsa del maltempo. Per tutta la giornata di oggi, mercoledì 29 maggio, resta alta l’attenzione per le piene dei fiumi e il rischio di esondazioni e frane, in particolare in Emilia. Pericoli che hanno richiesto la mobilitazione della protezione civile nazionale sul territorio. Attenzione alta a Modena, dove restano chiusi tutti i ponti sul fiume Secchia per il quale nelle prossime ore è atteso un nuovo innalzamento del livello dell’acqua a causa delle piogge persistenti. Riaperto invece il ponte di via Curtatona, sul torrente Tiepido, dopo la pulizia della strada.

Scuole chiuse a Modena

Nella città emiliana in via precauzionale oggi non è prevista attività scolastica pomeridiana a Villanova: il nido Trottola, la scuola d’infanzia San Pancrazio e la primaria Ciro Menotti. Già nella serata di ieri tecnici comunali e volontari della protezione civile, insieme a operatori della polizia municipale, hanno contattato gli abitanti della località San Pancrazio invitandoli a portarsi ai piani alti delle abitazioni nella giornata di oggi. A tutti i cittadini, come è previsto nella fase di allerta rossa, il Comune di Modena raccomanda di limitare gli spostamenti in automobile allo stretto necessario e di prestare massima attenzione nel percorrere ponti, sottopassi e strade sotto l’argine.

Garage allagati a Rimini e provincia

Una decina di interventi dei vigili del fuoco nella provincia di Rimini per garage allagati ieri pomeriggio a causa di pioggia battente. Allagati soprattutto i locali sotto la sede stradale dove l’acqua è arrivata come una cascata, in particolare nelle zone di San Clemente, Misano alta e Morciano. Nel porto di Riccione il Rio Melo ha trasportato molti detriti tra le imbarcazioni con un’onda fangosa. Dal comando dei vigili del fuoco di Rimini nessuna segnalazione per la notte appena trascorsa. Al momento non vi sarebbero situazioni di emergenza, ma continua a piovere e non sono esclusi nuovi interventi per chiamate di emergenza in giornata. In Romagna, in particolare, in base alle ultime previsioni dell’Arpae è prevista una ‘coda’ dell’ondata di piogge soprattutto in serata.

5 x 1000

Bomba d’acqua: Langhirano allagata

Una bomba d’acqua nella zona est della montagna parmense ha provocato danni nel pomeriggio di martedì 28 maggio. In pochi minuti una violentissima precipitazione ha causato diversi allagamenti. La situazione più critica a Langhirano, dove parte del cuore del paese è finita sotto alcuni centimetri d’acqua. Chiusa al traffico il tratto locale della Massese e i negozianti, come anche alcuni titolari dei diversi stabilimenti di produzione del Crudo di Parma, hanno deciso di passare la notte all’interno dei propri locali commerciali perché si teme un nuovo fenomeno della stessa intensità. Si segnalano danni anche nella zona montana fra i comuni di Traversetolo e Neviano con strade trasformate in veri e proprio corsi d’acqua per l’esondazione di alcuni canali e rii della zona. Per ora invece non desta preoccupazione la situazione del torrente Parma, il principale corso d’acqua che attraversa la zona.

Disagi anche in Piemonte

I forti temporali del pomeriggio di ieri hanno creato danni e disagi sul Piemonte meridionale e in particolare nella provincia di Alessandria. A San Salvatore allagate una cartiera e una carrozzeria, mentre l’acqua ha invaso alcuni capannoni, in strada Voghera, nella zona industriale di Tortona. Sempre a Tortona una cantina allagata in via dei Fragolai e allagati anche i due sottopassi ferroviari di via Baxilio e via Romagnolo. In quest’ultimo è rimasta bloccata un’auto e sono intervenuti i vigili del fuoco per liberarla.  Strada chiusa tra Giardinetto e Quargnento, a causa del fango sulla carreggiata. Rimosse piante pericolanti ad Alice Bel Colle. 

Forti temporali in Veneto e Friuli

Forti temporali, accompagnati da grandine e colpi di vento si sono abbattuti in molte province del Veneto. A Venezia il forte vento ha alzato onde che hanno reso difficili i collegamenti anche in laguna. In provincia di Treviso la situazione più difficile: piogge intensissime, concentrate in poche decine di minuti, hanno mandato in tilt la rete idrica soprattutto nella zona di Cornuda, con allagamenti a case, negozi e l’interruzione temporanea del traffico ferroviario. Situazione critica anche a Castelfranco: i vigili del fuoco hanno dovuto soccorrere due automobilisti in difficoltà.

Notte difficile in provincia di Venezia per piogge, allagamenti e tracimazioni, in particolare a Noale e Mirano. A Sesto al Reghena, in Friuli, il Reghena è tracimato a Mure sulla strada per Cinto, con chiusura delle strade interessate. Particolarmente colpita Noale: molti garage e scantinati sono finiti  sott’acqua e parecchie strade si sono allagate: via Cerva e via Ongari sono chiuse al traffico da martedì sera, anche qui il Comune consiglia di stare a casa o muoversi solo in caso di necessità. (fonte: Ansa)