Modena, vigilessa a processo per stalking sui colleghi

Pubblicato il 15 Maggio 2012 16:33 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2012 16:54

MODENA, 15 MAG – Sara' processata per falso e ingiurie davanti al giudice monocratico di Modena una vigilessa accusata di aver inviato numerose lettere anonime dai contenuti erotici e di aver fatto telefonate nella notte a tre giovani colleghe e a un collega uomo. Lo riporta la Gazzetta di Modena.

L'agente della polizia municipale di Modena, stando alle indagini, avrebbe anche sottoscritto costosi abbonamenti a riviste intestandoli ai genitori delle sue vittime, costretti quindi a pagare cifre importanti senza sapere chi avesse firmato per loro e fornito i loro indirizzi alle case editrici. Non e' noto cosa abbia spinto la vigilessa ad adottare questo comportamento 'persecutorio' nei confronti dei colleghi, che in un primo momento erano all'oscuro di chi li stesse attaccando. I contenuti delle lettere farebbero pero' pensare a motivi di gelosia. Risulterebbe infatti che nelle lettere, inviate frequentemente anche ai genitori delle giovani colleghe, di recente assunzione a Modena, si alludesse alle loro abitudini sessuali. E anche i messaggi spediti al collega uomo facevano riferimento ai suoi presunti rapporti con le altre tre. Il comando della polizia municipale di Modena non ha preso provvedimenti disciplinari nei confronti dell'imputata.