Multa per sosta su strisce blu oltre orario pagato. Comuni: “Noi le faremo”

Multa per sosta su strisce blu oltre orario pagato. Comuni: "Noi le faremo"
Multa per sosta su strisce blu oltre orario pagato. Comuni: “Noi le faremo”

ROMA – Sosta sulle strisce blu oltre l’orario pagato, c’è la multa oppure no? Si paga solo la differenza o tutta la sanzione? Il Ministero dice no ma i Comuni son sul piede di guerra e avvertono: noi le multe continueremo a farle. Francesco Grignetti sulla Stampa fa il punto della situazione, cercando di chiarire le idee degli automobilisti italiani.

Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per bocca del sottosegretario Umberto Del Basso De Caro, in Parlamento ha detto che se un automobilista lascia la sua macchina in un’area di parcheggio a pagamento oltre l’orario pagato, non incorre in una multa per divieto di sosta, visto che qualcosa ha pagato, ma dovrà solo saldare il dovuto per l’orario scoperto, trattandosi di “inadempienza contrattuale£.

Ma i Comuni senza quelle multe ci rimetterebbero milioni di euro. A Roma, per esempio, scrive Grignetti, 

“le sanzioni per sosta irregolare sulle strisce blu nel 2012 sono state circa 302 mila. Il Comune prevede di incassare circa 11 milioni di euro”.

L’Anci, l’associazione nazionale dei Comuni, ha perciò detto la sua al governo: “Chi sosta oltre l’orario non può pagare solo la differenza”.

Una cosa è certa, scrive Grignetti:

“i Comuni andranno avanti con le multe per divieto di sosta nei confronti di chi paga metà orario, e se qualcuno vorrà contestarle si finirà in tribunale. Dove peraltro le sentenze sono tante, spesso contraddittorie, ma «bisogna andarci cauti – dice Rita Sabelli, responsabile per l’aggiornamento normativo dell’associazione di consumatori Aduc – perché ci sono sentenze della Cassazione secondo le quali la sanzione amministrativa è comminabile anche in caso di ticket scaduto».”

Comments are closed.

Gestione cookie