Napoli, evade dai domiciliari per sfuggire alla moglie e chiede il carcere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Dicembre 2014 13:08 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2014 13:08
Napoli, evade dai domiciliari per sfuggire alla moglie e chiede il carcere

Napoli, evade dai domiciliari per sfuggire alla moglie e chiede il carcere

NAPOLI – Evade dai domiciliari e si consegna per farsi mettere in carcere, in modo da evitare la convivenza con la moglie. E’ successo a Napoli, e non è la prima volta. Protagonista un pregiudicato di 37 anni, che venerdì 6 dicembre è “evaso” dalla propria casa, dove era ai domiciliari, ed è andato alla caserma di polizia “Raniero Virgilio”, a Napoli, dicendo agli agenti di essere evaso a causa delle continue liti con la moglie e chiedendo di andare in carcere.

La notizia è riferita dal Mattino, che scrive:

“L’uomo ha spiegato che il motivo dell‘evasione consisteva nei continui contrasti con la moglie. Sabato, infatti, era già evaso per lo stesso motivo e, dopo essere stato arrestato, a eseguito di giudizio per direttissima, era stato condannato a scontare 8 mesi con il ripristino della misura. Tornato a casa però aveva nuovamente litigato con la moglie, tanto da decidere di farsi arrestare pur di non restare sotto il tetto coniugale”.

Ma niente da fare:

“L’autorità giudiziaria, informata dagli agenti della Questura di Napoli, ha disposto ancora una volta il ripristino della misura a cui era sottoposto. R.R. è stato denunciato in stato di libertà e ricondotto a casa dai poliziotti”.