Nuovi tutor nelle autostrade, attivi dal 27 luglio. Ecco dove sono

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 luglio 2018 11:54 | Ultimo aggiornamento: 25 luglio 2018 12:05
tutor autostrade

Nuovi tutor nelle autostrade, attivi dal 27 luglio. Il software è infallibile

ROMA – Il nuovo Tutor SICVe PM arriva venerdì 27 luglio. Negli annunci di chi l’ha progettato è descritto più veloce e più preciso. Implacabile. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Legge anche pubblicità, adesivi, dispositivi luminosi posteriori. Fino a pochi giorni fa, stima l’Aci, si cestinava il 4% di infrazioni. Colpa magari di targhe sporche, usurate, straniere. Insomma lette male, dove uno zero poteva diventare una D e una B un 8.

Il nuovo sistema di seconda generazione sarà sperimentato intanto su una ventina di tratte autostradali, quelle più critiche per l’esodo estivo e gli incidenti. Le direttrici sono l’ A1 e variante di valico Direttissima, l’ A14, A10, A16, A24 e A25.

Ma da dove a dove? Questo sarà comunicato dalla Stradale, se ne parlerà nella conferenza stampa con il capo della polizia Franco Gabrielli, in programma domani, giovedì 26 luglio. Poi, nei programmi, il SICVe PM – sigla che sta per Plate Matching – si estenderà ai 320 varchi disseminati sui 3mila chilometri di autostrade italiane. Perché le postazioni restano sempre quelle, cambia il software.

“I sistemi di rilevamento della velocità di seconda generazione – è la scheda tecnica dell’Engine srl, l’azienda che ha brevettato il nuovo sistema – invece di basarsi sul riconoscimento automatico delle targhe mettono a confronto le immagini dei veicoli, determinandone la reciproca verosimiglianza”.