Avellino: licenziata, vince il ricorso ma l’azienda la manda in India

Gaetanina Di Paolo era stata licenziata dalla Desmon, ditta che produce frigoriferi – La donna ha vinto il ricorso che aveva presentato al giudice di pace ed è stata reintegrata al lavoro – L’azienda però ha deciso di mandare la donna in una sede di Nuova Delhi

Ha vinto la causa con l’azienda che l’aveva licenziata, ma è stata mandata in India. E’ avvenuto a Nusco, in provincia di Avellino: Gaetanina Di Paolo, 49 anni, era stata licenziata dalla Desmon, un’azienda che produce frigoriferi. Il giudice del lavoro ha ordinato il reintegro dell’operaia ma la ditta l’ha mandata a lavorare in una sede indiana.

La Desmon ha detto che la donna, madre di 3 figli, dovrà andare a Nuova Delhi «per poter proficuamente svolgere la prestazione inerente alle mansioni di assemblaggio frigoriferi che svolgeva all’epoca del licenziamento».

La dipendente dovrà rimanere in India per un anno: l’azienda l’ha anche invitata a presentarsi in direzione «munita di passaporto in corso di validità».

Gaetanina Di Paolo non si è presentata ancora alla direzione aziendale e probabilmente si aprirà un nuovo contenzioso legale: l’operaia infatti dice di non essere nelle condizioni di potersi trasferire in India.

«Le motivazioni del trasferimento – annuncia in una nota la Uil – sono del tutto pretestuose e intendono intralciare la reintegrazione disposta dal giudice piuttosto che soddisfare una urgente e improrogabile esigenza aziendale».

Comments are closed.

Gestione cookie