Il lavoro? Si cerca (e si trova) su LinkedIn, Facebook e Twitter

Pubblicato il 20 Marzo 2012 11:11 | Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2012 11:15

ROMA – Sempre più italiani usano i social network per cercare lavoro. Ma lo fanno, a quanto pare, nel posto sbagliato. Un’indagine Adecco mostra che chi è a caccia di un impiego punta su Facebook. Mentre chi offre lavoro si rivolge soprattutto a LinkedIn. La stessa  ricerca rileva che sono pochi quelli che usano i social network in forma premium (a pagamento), nonostante sia il modo più consigliato per avere successo nella ricerca (il 19% contro il 10% della forma “normale”).

Sono soprattutto giovani a cercare lavoro sui social media? Non è affatto vero: sono proprio gli over 45 a rivolgersi a LinkedIn, Facebook e Twitter, anche più numerosi della fascia d’età tra i 26 e i 39 anni. Un terzo dei recruiter oggi controlla le attività online dei candidati e si rivolge ai social network per cercare personale. Secondo Silvia Zanella, manager in marketing e comunicazione di Adecco Italia, il web 2.0 “rappresenta un’ulteriore evoluzione rispetto ai mezzi di recruiting online ed è perciò necessario conoscerli e farli propri”.