Prenotazioni vaccino Lazio Prenotazioni vaccino Lazio

Prenotazioni vaccino nel Lazio, aperte quelle per la fascia d’età 55-54 anni. Ma scorte Pfizer finite

Proseguono le prenotazioni per il vaccino nel Lazio. Da sabato 8 maggio sono state aperte quelle per la fascia d’età 55 e 54 anni. L’Unità di Crisi ha però fatto sapere che sono finiti, per tutto il mese di maggio, gli slot disponibili per essere vaccinati con Pfizer

Nonostante “tutti i vaccini siano sicuri ed efficaci alla stessa maniera”, ha ricordato la Regione Lazio, ora si teme che la campagna possa decelerare. Questo perché la Regione Lazio potrebbe aprire le prenotazioni per chi ha 53-52 anni nei prossimi giorni, ma è probabile che molte persone rifiutino o aspettino Pfizer, rallentando così le vaccinazioni.

Quando sarà nuovamente disponibile il vaccino Pfizer nel Lazio

Come spiega Il Messaggero, a fine aprile Albert Bourla, presidente e amministratore delegato dell’azienda, aveva dichiarato che le forniture sarebbero aumentate notevolmente per i Paesi Europei, con oltre 250 milioni di dosi che dovrebbero arrivare nei prossimi due mesi in Europa. Non resta quindi che aspettare.

Nel Lazio, tra le altre cose, il richiamo Pfizer è ora fissato a 35 giorni. Come si legge sul portale Salute Lazio, da lunedì 17 maggio, anche nel Lazio i richiami del vaccino Pfizer verranno estesi a 5 settimane (35 giorni). Chi è stato già vaccinato, a seconda dell’appuntamento verrà avvisato con un sms e dovrà poi recarsi nello stesso hub vaccinale e nello stesso orario, solo con un posticipo di 14 giorni. 

Vaccinazioni, gli obiettivi della campagna della Regione Lazio

L’obiettivo del Lazio, annunciato dall’assessore Alessio D’Amato, è quello di vaccinare entro luglio tutti i 30enni. Dalla prossima settimana la Regione accelererà nel ritmo delle vaccinazioni giornaliere arrivando a quota 50mila (attualmente nel Lazio vengono somministrati tra i 35mila e i 40mila vaccini al giorno). Da giugno ci saranno tre canali per la prenotazione: quello dei centri e degli hub vaccinali, quello delle farmacie (per ora con il vaccino Johnson&Johnson) e degli studi dei medici di famiglia e infine quello dei grandi luoghi di lavoro.

L’intenzione della Regione Lazio è quella di completare entro fine maggio la prenotazione dei 50enni. Da giugno, invece, si dovrebbe procedere con 40enni e 30enni, ma non è escluso che da metà mese possano cominciare già anche le prenotazioni per i 20enni.

 

 

Gestione cookie